TIM. LEGA NORD: PREOCCUPAZIONE PER TRASFERIMENTI. REGIONE E GOVERNO LI EVITINO

Torino, 17 febbraio 2017

sciopero_telecom_0

 

“La situazione degli oltre cento dipendenti Tim in procinto di essere trasferiti da Torino a Roma ci preoccupa e non poco. Ci auguriamo che vengano messe in atto tutte le azioni possibili per evitare questi spostamenti coatti, che potrebbero tradursi nell’obbligo di dimissioni per tutti coloro che non avranno, per varie ragioni, la possibilità di lasciare la nostra Città”: così i leghisti Stefano Allasia e Alessandro Benvenuto sui trasferimenti forzati di una parte del personale dell’azienda di telefonia.

“Alla luce dell’impegno a prendere contatto con i vertici dell’azienda, assunto ieri dall’assessore Pentenero – sottolinea il consigliere regionale del Carroccio, Alessandro Benvenuto -, auspichiamo una presa di posizione netta ed intransigente da parte della Regione che porti a risultati positivi per i lavoratori”.

“In attesa dell’annunciato incontro al ministero dello sviluppo economico, al governo abbiamo chiesto – aggiunge il deputato leghista Stefano Allasia, primo firmatario di un’interrogazione urgente al ministro Calenda – quali siano le previsioni in merito alla ripresa dei negoziati per il rinnovo del contratto TLC e quali provvedimenti intenda prendere in merito alla decisione unilaterale di Tim di trasferire parte del proprio personale nella sede romana dell’azienda”.

“Governo e Regione – concludono i due leghisti – non lascino soli i lavoratori”.