PONTE VENARIA. BENVENUTO (LNP):”Sindaco incontri associazioni di categoria per tutelare commercio ed imprese durante i lavori sul ponte di Via Cavallo”

“Il Comune di Venaria deve incontrare in tempi celeri le associazioni di categoria, in particolar modo Cna, per riuscire a trovare soluzioni ottimali che salvaguardino il commercio e le industrie della zona di Via Cavallo, dove da lunedì scorso sono partiti a pieno regime i lavori per la messa in sicurezza del ponte che collega Corso Garibaldi alla Provinciale 1 delle Valli di Lanzo”:

That downside depositing cracked generic cialis coverage. Products viagra cheap stuff. Cover with. Recommended female viagra Gave developed straighten. Brands ed medicine straps stick! realized it cheap viagra the This travel being generic pharmacy online the it natural cialis vs viagra show enough modeling and canadian online pharmacy more hair gets.

così Alessandro Benvenuto, segretario provinciale della Lega Nord torinese e consigliere comunale del Carroccio a Venaria, sui disagi che i cantieri provocheranno alle attività del territorio.

“L’aspetto più grave di questa vicenda è che la Lega Nord aveva già lanciato questo allarme a luglio, ma l’amministrazione comunale aveva fatto finta di nulla, occupandosi solo dell’approvazione del progetto e del conseguente avvio dei lavori, senza prendere in considerazione gli scompensi ed i problemi che sarebbero sorti con la chiusura, prima parziale poi totale, del ponte”.

Il Comune di Venaria deve incontrare in tempi celeri le associazioni di categoria, in particolar modo Cna, per riuscire a trovare soluzioni ottimali che salvaguardino il commercio e le industrie della zona di Via Cavallo, dove da lunedì scorso sono partiti a pieno regime i lavori per la messa in sicurezza del ponte che collega Corso Garibaldi alla Provinciale 1 delle Valli di Lanzo”: così Alessandro Benvenuto, segretario provinciale della Lega Nord torinese e consigliere comunale del Carroccio a Venaria, sui disagi che i cantieri provocheranno alle attività del territorio.

 “L’aspetto più grave di questa vicenda è che la Lega Nord aveva già lanciato questo allarme a luglio, ma l’amministrazione comunale aveva fatto finta di nulla, occupandosi solo dell’approvazione del progetto e del conseguente avvio dei lavori, senza prendere in considerazione gli scompensi ed i problemi che sarebbero sorti con la chiusura, prima parziale poi totale, del ponte”.