PIEMONTE. LEGA NORD: CONSIGLIO REGIONALE DICA NO A IUS SOLI

ius-soli

Torino, 1 giugno 2017

grimoldi-ius-soli

 

“Contrari ad una ‘cittadinanza facile’, come quella prevista dal DDL S. 17 presto in discussione al Senato, chiediamo alla giunta di adottare tutti gli strumenti legislativi e deliberativi in proprio possesso per indurre l’assemblea di Palazzo Madama a riconsiderare l’introduzione dello ius soli”: così i consiglieri regionali della Lega Nord, Gianna Gancia e Alessandro Benvenuto, in un ordine del giorno.

 

“Il 13 ottobre 2015 – spiegano Gancia e Benvenuto – la Camera dei Deputati ha approvato un testo unificato in base al quale, tra l’altro, acquisterebbero di diritto la cittadinanza italiana tutti gli individui nati nel territorio della Repubblica da genitori stranieri di cui almeno uno titolare del diritto di soggiorno permanente o in possesso del permesso UE per soggiornanti di lungo periodo”.

 

“Entro la metà di giugno – concludono i due leghisti -, il suddetto provvedimento passerà al vaglio del Senato. Se non vogliamo rischiare di far diventare lo ius soli una realtà, letteralmente regalando la cittadinanza a chi con il nostro Paese c’entra ben poco, si deve intervenire al più presto”.