PIEMONTE. BENVENUTO (LEGA NORD): PROPOSTA DI LEGGE A TUTELA DEI GENITORI SEPARATI

Torino, 10 novembre 2015

PADRI-SEPARATI

 

“Una proposta di legge concreta ed incisiva che andrà a tutelare tutti quei coniugi che, dopo una separazione o un divorzio, sono costretti a vivere in gravi condizioni di disagio economico”: così il consigliere regionale della Lega Nord, Alessandro Benvenuto, presenta la proposta di legge regionale che il Carroccio sta mettendo a punto.

 

“I destinatari della legge  – sottolinea Benvenuto – saranno, appunto, i coniugi separati o divorziati con figli, in evidenti difficoltà economiche, residenti in Piemonte da almeno dieci anni, che contribuiscono al mantenimento dei figli non ancora indipendenti”.

 

“Verranno effettuati interventi di sostegno abitativo  – spiega il consigliere leghista – per il genitore che non usufruisce dell’assegnazione della casa coniugale e promossi protocolli d’intesa con enti locali e pubblici per la concessione di alloggi a canone agevolato, che si trovino in prossimità della residenza dei figli. Saranno previste forme di locazione agevolata per un periodo massimo di trentasei mesi e assegnazioni di alloggi di edilizia pubblica in via d’urgenza, in deroga alle graduatorie comunali, oltre ad interventi di sostegno economico diretto”.

 

“La nostra proposta  – aggiunge Benvenuto – introduce, inoltre, in ogni Comune, il registro di bigenitorialità che,  pur senza alcuna rilevanza ai fini anagrafici, consentirà ad entrambi i genitori di legare il proprio domicilio a quello del figlio”.

 

“Non si può nascondere  – conclude Benvenuto – che la rottura di un matrimonio, spesso, generi nuova povertà e, in presenza di figli minori, un allontanamento, a volte forzato, di uno dei due genitori. La nostra proposta garantirà ad entrambi i coniugi la piena espressione genitoriale, un’esistenza dignitosa e l’autonomia abitativa. La Regione Lombardia per il 2015 ha stanziato 4 milioni di euro a favore dei genitori separati. Ci auguriamo che il Piemonte vorrà  fare lo stesso in futuro”.