PIEMONTE. BENVENUTO (LEGA NORD): NO BANDERUOLE POLITICHE, MA CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO. CHIAMPARINO NON VUOLE PRENDER POSIZIONE SU UBER

Torino, 13 maggio 2015

taxi-6-2

 

“Nessuna banderuola politica, ma una proposta di legge che ha come obiettivo il contrasto all’abusivismo sul territorio piemontese”: così Alessandro Benvenuto, consigliere regionale della Lega Nord e firmatario di una delle proposte depositate in regione, replica al presidente Chiamparino sulla legge per arginare Uber.

“Uber non rispetta le leggi alle quali si attengono scrupolosamente i tassisti  – sottolinea Benvenuto – e, così facendo, mette in atto una concorrenza sleale che penalizza i possessori di licenze. Rimandare qualsiasi provvedimento in attesa che si pronunci l’Authority dei Trasporti, come ha dichiarato di voler fare Chiamparino, significa solo non volersi assumere alcuna responsabilità”.

“Il presidente della regione  – conclude il consigliere leghista – preferisce demandare ad altri la decisione per non prendere una posizione chiara e per non essere costretto a riconoscere che le proposte presentate dalla minoranza sono valide e necessarie. La Lega Nord continuerà ad essere dalla parte dei tassisti e a difenderne il lavoro”.