PIEMONTE. BENVENUTO (LEGA NORD): INTERROGAZIONE PER CHIEDERE PRESA DI POSIZIONE DELLA GIUNTA SU RICERCA ED ESTRAZIONE IDROCARBURI

“La giunta regionale prenda in considerazione l’ipotesi di lavorare ad una proposta di legge che vieti ricerca ed estrazione di idrocarburi sul territorio piemontese e valuti la possibilità di presentare, come hanno già fatto Abruzzo, Campania, Lombardia, Marche, Puglia e Veneto, un ricorso sull’incostituzionalità del decreto ‘Sblocca Italia’, che, di fatto, sottrae alle Regioni tutte le procedure di Valutazione di Impatto Ambientale per le attività di ricerca, prospezione ed estrazione, assegnandole allo Stato”: così il consigliere regionale della Lega Nord, Alessandro Benvenuto, in un’interrogazione in merito ai pozzi esplorativi a Carpignano Sesia. 

“Il progetto di ENI Spa  – spiega Benvenuto – che prevede un pozzo esplorativo in vista di un possibile sfruttamento petrolifero nel comune di Carpignano Sesia ha destato non poche preoccupazioni, dato che il territorio in questione è interessato dalla presenza di sette fontanili che alimentano l’acquedotto del Comune di Novara e che nel 1994 un’analoga perforazione a Trecate aveva prodotto gravissimi danni ambientali”.

“La perforazione di un pozzo esplorativo nel comune di Carpignano Sesia  – conclude Benvenuto –  è da considerarsi, oltre che dannosa per l’ambiente e la collettività, anche di scarso rendimento produttivo e, raccogliendo in pieno contenuti e suggerimenti della deliberazione approvata all’unanimità dal consiglio comunale di Novara, che si è andata ad aggiungere ad una ventina di documenti già votati dai Comuni della zona, ritengo sia doverosa una presa di posizione netta sull’argomento da parte della Regione”.