PIEMONTE. BENVENUTO (LEGA NORD): CHIAMPARINO PRONTO A DIMETTERSI PER FIRME FALSE, MA NON PER ACCUSE SORIA

Torino, 8 luglio 2015

image

“In attesa di capire se domani, nel caso in cui il Tar non escludesse le famose ombre che pesano sulle ultime elezioni regionali, Chiamparino manterrà la parola data e si dimetterà, credo sia il caso di portare l’attenzione sulla coerenza del presidente. Per mesi lo abbiamo sentito affermare con fermezza che non permetterà a sospetti o presunte irregolarità di aleggiare sul suo operato, ma non hai mai preso in considerazione per un solo istante l’ipotesi di dimissioni dopo il suo coinvolgimento diretto nel caso Soria”: così Alessandro Benvenuto, consigliere regionale della Lega Nord, sull’eventuale chiusura anticipata della legislatura regionale piemontese.

 

“Da una parte – conclude Benvenuto – vediamo un Chiamparino pronto a lasciare per firme false, non imputabili direttamente a lui, dall’altra, invece, abbiamo un presidente che non ha battuto ciglio di fronte all’accusa, gravissima, di aver incassato in nero 25 mila euro a sostegno della campagna elettorale del 2006 da Giuliano Soria. Evidentemente, per il presidente ci sono ombre che pesano più di altre”.