LEGGE ELETTORALE. ALLASIA E BENVENUTO (LNP): NESSUNA ATTENZIONE A ESIGENZE TERRITORIO

“Da Renzi ci aspettavamo una maggiore attenzione sia nei confronti della volontà popolare, con la reintroduzione delle preferenze, sia riguardo al territorio. Purtroppo, alle tante parole spese dalla sinistra nel criticare una legge elettorale altrui, non seguono i fatti”: così Stefano Allasia, deputato della Lega Nord, e Alessandro Benvenuto, segretario provinciale del Carroccio torinese, sulla nuova legge elettorale proposta dal Pd.

“Le alchimie di Roma – proseguono i due leghisti – non rendono giustizia al nostro territorio. La disomogeneità dei collegi che ci viene proposta renderà impossibile a tutti la campagna elettorale. Accorpare territori come Biella ed direct payday loan lenders only Ivrea, oppure Alba e Nichelino, o ancora Alessandria e Settimo Torinese non ha alcun senso. Ci chiediamo dove sia la coerenza in queste ripartizioni”.

“A questo punto – aggiunge Allasia -, anche se payday loans online no credit check si demandasse al governo, come accennato dal Pd, la suddivisione payday advance online dei collegi, si rischierebbe il solito pasticcio all’italiana. I presupposti non sono, quindi, online payday loans dei migliori e l’unico modo per Pd e paydayadvanceusca Ncd di uscire da questo stallo è votare contro questa proposta di legge confusa e malfatta”.

“Presenterò – conclude il deputato leghista – tutti gli emendamenti correttivi necessari http://paydayloansnearmeus.com/ per portare i collegi payday advance a livello instant approval payday loans provinciale, prendendo a modello il sistema spagnolo, e dare così maggior rappresentanza al territorio, anziché alle lobby. Il governo Letta ha già fatto pagare ingiustamente payday 2 wiki al Piemonte un prezzo troppo alto, attraverso tagli dei direct payday loan lenders fondi a Comuni e Regione, mini-Imu e declassamento dell’aeroporto torinese, instant payday loans non possiamo tollerare una penalizzazione anche da parte di una legge elettorale”.