Legge Bossi-Fini (MGP, AG e FI Giovani)

Le sezioni cittadine di Azione Giovani, di Forza Italia Giovani per le Libertà e del Movimento Giovani Padani, considerate le scriteriate prese di posizione del Ministro Ferrero, che punta alla cancellazione o comunque allo stravolgimento della legge Bossi-Fini, esprimono la più viva preoccupazione ed annunciano una serie di iniziative da intraprendere nell’ambito del territorio venarise. L’esecutivo di sinistra infatti vorrebbe abrogare i flussi relazionati al fabbisogno lavorativo, concedere il diritto di voto politico agli extracomunitari, regalare permessi di soggiorno in maniera scellerata, chiudere i CPT (istituiti proprio dal centrosinistra con la Turco-Napolitano del 1998) senza prevedere delle alternative credibili. Un tema così importante come quello dell’immigrazione va affrontato con politiche serie e coerenti, tenendo sempre ben presenti quelle che sono le reali possibilità di un paese come l’Italia, quindi respingiamo al mittente le proposte di un governo fantoccio che giorno dopo giorno dimostra di avere perso il contatto con la realtà. Il Ministro Ferrero è degno esponente di una cultura populista e demagogica che considera il fenomeno dell’immigrazione solo come un potenziale serbatoio elettorale, senza prevedere minimamente le conseguenze derivanti da una deregolamentazione selvaggia come quella che prevedono di attuare. La normativa sull’immigrazione introdotta dai ministri Bossi e Fini, va difesa prima di tutto dal basso, ed è per questo che i movimenti giovanili del centrodestra venariese annunciano una mobilitazione nelle prossime settimane per sensibilizzare i nostri cittadini sulle politiche balbettanti e suicide di questo sempre più traballate esecutivo.

Venaria Reale, 27 febbraio 2007