BENVENUTO (LNP): «Se Venaria perderà le migliorie al trasporto pubblico per colpa della nuova segnaletica stradale in via Barbi Cinti e via Guarini, l’assessore Russo dovrà subito dimettersi»

«Con molta probabilità il quartiere venariese “Salvo d’Acquisto” non potrà beneficiare delle modifiche alle linee Gtt “72” e “72/” decise nei mesi scorsi dalla stessa società che gestisce il trasporto pubblico cittadino e l’amministrazione comunale – commenta il segretario provinciale e consigliere comunale della Lega Nord, Alessandro Benvenuto – Questo a seguito della rivoluzione viaria decisa dall’assessorato ai Lavori Pubblici, Vincenzo Russo nelle vie Barbi Cinti e via Guarini con la creazione di parcheggi ed un doppio senso di circolazione molto complicato e decisamente pericoloso.

Trovo scandaloso che siano stati spesi soldi pubblici per realizzare queste migliorie, visto che le fermate sono già state create. L’auspicio è che si possa trovare un accordo, magari con la cancellazione dell’attuale segnaletica stradale in ambo le arterie proprio per dare modo ai bus di poter passare in tranquillità e sicurezza anche se questa comporterà ad una ulteriore spesa per le già martoriate casse comunali.

In questa “fantozziana” vicenda, chi ne esce sconfitto è proprio l’assessore Vincenzo Russo, il quale dovrebbe avere l’intelligenza di dimettersi visti i troppi errori commessi nel breve volgere di pochi mesi: bisogna infatti ricordare come ha gestito la questione relativa al ponte di via Cavallo. Dimissioni che dovranno giungere soprattutto nel caso in cui le linee Gtt dovessero rimanere con il vecchio percorso, per la “gioia” del rione Salvo d’Acquisto, che attendeva queste migliorie da oltre due anni e mezzo».