Giovani Padani contro il razzismo di Roma

GRIMOLDI (LEGA NORD): MOBILITAZIONE IN 500 SCUOLE DEL NORD CONTRO IL RAZZISMO DI ROMA

“Roma Ladrona deve smetterla, ora basta. Il 21 aprile saremo in oltre 500 scuole, parleremo con circa 150mila studenti e, numeri alla mano, spiegheremo a chi ancora non lo sapesse che Roma considera i giovani del Nord cittadini di serie B rispetto ai giovani del Sud“: Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento Giovani Padani, e Alessandro Benvenuto, coordinatore provinciale del MGP di Torino, annunciano la più grande mobilitazione che il mondo studentesco abbia mai visto al Nord contro il razzismo e le discriminazioni di Roma. “Siamo stufi di essere considerati schiavi di questo stato. Non accettiamo più di essere trattati da cittadini di serie B. Non è possibile accettare che questa situazione vada avanti. Per le scuole campane sono stati stanziati 184 milioni di euro, che corrispondono a 32,3 euro per studente. In Puglia arrivano 100 milioni di euro, pari a 24 euro per studente. Al Nord, invece, Roma riserva spiccioli, elemosina. Alla Lombardia vengono stanziati 43 milioni di euro, pari a 4,8 euro per studente. Al Veneto – afferma il deputato leghista – vengono elemosinati 31 milioni di euro, 6,80 euro per studente. Il Piemonte non può certo ridere con i suoi 40 milioni di euro, 9,60 euro per alunno. Con quale altro termine definire questo atteggiamento se non con la parola razzismo? E‘ forse questa l’‘uguaglianza che dicono di voler difendere?” “La sinistra che ora governa, il presidente Prodi e il ministro Fioroni hanno pesanti responsabilità. Davanti allo sfacelo che sta colpendo il sistema scolastico padano, sottolineato ultimamente dai numerosissimi casi di bullismo, non hanno mosso un dito. Se ancora avessero un minimo di senso di responsabilità, vedendo la situazione in cui hanno ridotto l’istruzione, non potrebbero che dimettersi. Il 21 – conclude Grimoldi – sarà la prima tappa di una mobilitazione dei giovani padani che andrà avanti fino a quando questo governo non se ne andrà. Il 10 maggio saremo in tutte le Università del Nord, colpite anch’esse dal razzismo romano. Ora basta, il Nord vuole, chiede, pretende libertà“. “ Nella nostra Provincia saremo presenti davanti a 17 scuole – spiega Alessandro Benvenuto – In questa battaglia il Nord sarà compatto. Vogliamo capire perché ci sono 144 milioni di euro di differenza tra uno studente Campano e uno Piemontese? La nostra mobilitazione è solo all’’inizio”.