FISCO. LEGA NORD: PRESENTATO ODG PER INTRODUZIONE CEDOLARE SECCA E ABBASSAMENTO IRPEF REGIONALE PER LOCAZIONI COMMERCIALI

Torino, 13 marzo 2017

affitti-locali-commerciali

 

“In Italia, un locale commerciale su quattro risulta essere sfitto e il Piemonte, sesto nella classifica nazionale, conta più di 43.000 immobili commerciali vuoti. In ragione di questo, chiediamo alla giunta sia di sollecitare il governo ad estendere la possibilità di applicare la cedolare secca anche alle locazioni commerciali, sia di abbassare le addizionali regionali Irpef, con lo scopo di alleggerire l’imposizione fiscale che attualmente grava sugli immobili commerciali concessi in affitto”: queste le richieste contenute in un ordine del giorno depositato dal gruppo regionale della Lega Nord Piemont.

 

“Sugli immobili commerciali concessi in locazione – spiega il capogruppo leghista, Gianna Gancia – gravano sette tributi, che arrivano ad erodere fino all’80% del canone e, come se ciò già non bastasse, le addizionali Irpef per tutti gli scaglioni di reddito applicate dalla Regione Piemonte nel 2016 risultano essere le più alte del Nord Italia”.

 

“Il regime della cedolare secca – sottolinea il consigliere leghista, Alessandro Benvenuto – ha prodotto risultati più che soddisfacenti nel comparto abitativo, portando, nel 2015, ad un aumento del gettito rispetto all’anno precedente del 17,9%. Questa imposta, applicata anche al settore commerciale, produrrebbe, secondo alcune stime di Confesercenti, 190.000 nuovi contratti di locazione, con conseguente aumento del gettito fiscale di 1,5 miliardi di euro in due anni”.

 

“L’affitto ad uso commerciale – concludono i due leghisti – è elemento imprescindibile per la ripresa delle medie e piccole attività produttive e argine alla progressiva desertificazione commerciale, che riguarda soprattutto periferie e aree montane. La maggioranza che amministra la Regione ne tenga conto ed intervenga”.