Revochiamo la cittadinanza onoraria alla Baraldini

Revochiamo la cittadinanza onoraria alla Baraldini

“Ieri sera in Consiglio Comunale ho voluto ricordare alcuni spiacevoli episodi che hanno visto, da protagonisti, esponenti della sinistra estrema, ora extraparlamentare. Ho citato molti personaggi come Daniele Farina, Toni Negri, Cesare Battisti e Silvia Baraldini, proprio quest’ultima cittadina “onoraria” della nostra città.

Questi personaggi, che sicuramente non hanno nulla a che fare con i partiti che siedono nel nostro consiglio comunale, denotano però quanto la sinistra, nel tempo, non sia mai stata troppo “vicina” alle forze dell’ordine. L’onoreficenza di ieri, votata in modo favorevole dalla Lega Nord, rappresenta la continuità del progetto di chi, ogni giorno, è sul territorio in difesa dei cittadini.

A questo punto, però, non mi sembra più opportuna la cittadinanza onoraria alla signora Baraldini. Il Sindaco deve ammettere che sono due onorificenze incompatibili. Riteniamo, inoltre, che le polemiche di ieri sera portate avanti dalla maggioranza siano state assolutamente strumentali. Sicuramente all’interno della sinistra esiste ancora quel sentimento attraverso il quale si confondevano amore della patria con nazionalismo, identità nazionale con militarismo. Mi riferisco a quella vecchia sinistra internazionalista, forse operaista e certamente snob che detestava le patrie ieri, nel nome del comunismo, preferendo le bandiere rosse a quelle tricolori e che oggi in modo soft le isola nel nome della globalizzazione.

Inoltre mi è sembrato opportuno citare Togliatti quando sosteneva: «È per me motivo di particolare orgoglio aver rinunciato alla cittadinanza italiana perché come italiano mi sentivo un miserabile mandolinista e nulla più. Come cittadino sovietico sento di valere dieci volte più del migliore italiano».  Probabilmente i tempi sono cambiati ma la storia dobbiamo pur ricordarla.”

Lo dichiara Alessandro Benvenuto, Coordinatore Provinciale dei Giovani Padani e Consigliere Comunale della Lega Nord di Venaria.