Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2015

Torino, 12 maggio 2015

banner_bilancio

 

Il consiglio ha approvato oggi, senza il voto favorevole della Lega Nord, il bilancio di previsione per l’anno finanziario 2015. I tagli in settori importanti, quali trasporti,  politiche sociali, sanità e cultura, sono stati ingenti.

La Lega aveva presentato emendamenti mirati a favorire sicurezza, aziende, categorie che vivono in condizioni di disagio, ma l’aula li ha bocciati.

Avevamo chiesto di finanziare il fondo integrativo di solidarietà per le vittime dell’usura, volevamo si stanziassero maggiori fondi per la sicurezza, in particolare per il sistema di videosorveglianza, avevamo chiesto più disponibilità economica a favore di quegli enti che si occupano di integrazione sociale e diritti dei disabili, era nostra intenzione mettere a disposizione dei singoli o dei gruppi denaro per poter avviare nuove imprese, ci sembrava doveroso stanziare fondi a sostegno dei genitori separati o divorziati in difficoltà, volevamo finanziare la promozione del nostro patrimonio linguistico e dare la possibilità alle piccole aziende di usufruire di risorse per la propria innovazione tecnologica.

Il consiglio, però, ha stabilito che tutto questo non fosse né importante, né necessario.