BENVENUTO (LNP): «Il sindaco Catania sotto scacco di pochi. Invece di effettuare il rimpasto delle deleghe e la nomina di nuovi assessori, dovrebbe dimettersi»

«Apprendo dagli organi di informazione locale come sia imminente la decisione del sindaco Catania di effettuare il rimpasto di Giunta – commenta il segretario provinciale della Lega Nord e consigliere comunale di Venaria, Alessandro Benvenuto – con tanto di nuove nomine e spartizione delle deleghe ad oggi in possesso degli assessori Giulio Capozzolo, Alessandro Brescia e Fosca Gennari.

Il fatto che entrino in Giunta un esponente di peso del Pd, qual è Salvatore Borgese, ed una “new entry” del panorama politico di Sel, ovvero Sonia Noto, fa capire quanto il sindaco Catania sia sotto scacco dei soliti noti ma soprattutto come i prossimi mesi porteranno ad altre spaccature e ad altri “salti di poltrone” non degne di una città come quella di Venaria.

La Lega Nord lo dice da tempi non sospetti: questa amministrazione comunale non ha più un futuro.

Il sindaco Catania aveva dichiarato in Consiglio comunale come non si sarebbe mai piegato alle pressioni dei partiti. Una frase che avevo plaudito ma che, purtroppo, è stata un fuoco di paglia, svanita nel volgere di poche ore.

E’ ora che Catania decida di farsi da parte per due motivi: per la sua dignità personale e per il bene di questa Città».