BENVENUTO (LNP): «Ennesimo parcheggio a pagamento e viabilità modificata “a sorpresa”: ecco i “regali” dell’Amministrazione comunale di Venaria per il Centro Storico»

«Il quartiere “Centro Storico-Pre Parco” si ritrova con due novità che sono, a parere mio, davvero indigeste per i suoi residenti – commenta il segretario provinciale della Lega Nord e consigliere comunale di Venaria, Alessandro Benvenuto – La prima è quella relativa al passaggio da gratuito a pagamento del parcheggio “Beleno” di via Verdi, ratificato dalla Amministrazione comunale e da Gesin nelle scorse settimane e che diventerà realtà a partire da domani mattina, lunedì 11 febbraio.
Siamo a dir poco all’assurdo. Questo è un pretesto per fare cassa e non per dare un servizio alla collettività. Il parcheggio è a poche decine di metri dall’ospedale e dalla Biblioteca, spazi che possono essere fruiti da qualsiasi persona, compresi anziani e giovani studenti o laureandi, ovvero classi sociali che tendenzialmente non hanno molti soldi. Chi va in ospedale passa, in media, da un’ora ad anche tre-quattro ore, dipende se l’utente deve effettuare una visita o un passaggio in pronto soccorso. Stessa cosa per chi fruirà della Biblioteca: se un prestito può durare 5 minuti, chi va per studiarci ci passerà ore. Porterò avanti la battaglia affinché almeno metà parcheggio della “Beleno” rimanga gratuito.
La seconda “novità” è quella relativa al cambio di viabilità sempre nella zona della Biblioteca, con via Verdi che diventa a senso unico – dall’incrocio con  corso Matteotti fino all’incrocio con via Nazario Sauro  – facendo fare il così detto “giro dell’oca” ai residenti per giungere in determinati punti di quella zona della città. Pur non entrando nel merito del provvedimento, reputo che la cittadinanza debba essere avvisata per tempo quando si attuano delle modifiche così importanti alla viabilità, magari con un’assemblea pubblica. L’Amministrazione comunale, come sempre, bistratta cittadini e Comitato di Quartiere».

«Il quartiere “Centro Storico-Pre Parco” si ritrova con due novità che sono, a parere mio, davvero indigeste per i suoi residenti – commenta il segretario provinciale della Lega Nord e consigliere comunale di Venaria, Alessandro Benvenuto – La prima è quella relativa al passaggio da gratuito a pagamento del parcheggio “Beleno” di via Verdi, ratificato dalla Amministrazione comunale e da Gesin nelle scorse settimane e che diventerà realtà a partire da domani mattina, lunedì 11 febbraio.Siamo a dir poco all’assurdo. Questo è un pretesto per fare cassa e non per dare un servizio alla collettività. Il parcheggio è a poche decine di metri dall’ospedale e dalla Biblioteca, spazi che possono essere fruiti da qualsiasi persona, compresi anziani e giovani studenti o laureandi, ovvero classi sociali che tendenzialmente non hanno molti soldi. Chi va in ospedale passa, in media, da un’ora ad anche tre-quattro ore, dipende se l’utente deve effettuare una visita o un passaggio in pronto soccorso. Stessa cosa per chi fruirà della Biblioteca: se un prestito può durare 5 minuti, chi va per studiarci ci passerà ore. Porterò avanti la battaglia affinché almeno metà parcheggio della “Beleno” rimanga gratuito.La seconda “novità” è quella relativa al cambio di viabilità sempre nella zona della Biblioteca, con via Verdi che diventa a senso unico – dall’incrocio con  corso Matteotti fino all’incrocio con via Nazario Sauro  – facendo fare il così detto “giro dell’oca” ai residenti per giungere in determinati punti di quella zona della città. Pur non entrando nel merito del provvedimento, reputo che la cittadinanza debba essere avvisata per tempo quando si attuano delle modifiche così importanti alla viabilità, magari con un’assemblea pubblica. L’Amministrazione comunale, come sempre, bistratta cittadini e Comitato di Quartiere».