AMIANTO. LEGA NORD: POCHI SETTE SITI PER SMALTIMENTO, PIANO REGIONALE INSUFFICIENTE

Torino, 17 marzo 2017

piano-regionale-amianto

 

“Il primo marzo scorso, il consiglio regionale ha dato il via libera definitivo al ‘Piano di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto per gli anni 2016-2020’, che identifica, come siti idonei per lo smaltimento in sicurezza, sette miniere sotterranee a fronte di circa seicento ex cave disponibili. Dalla giunta vorremmo conoscere i criteri alla base della selezione che ha portato all’individuazione di un numero così ridotto di aree per lo stoccaggio”: a chiedere dettagli sul Piano regionale amianto sono il consigliere regionale della Lega Nord, Alessandro Benvenuto, firmatario di un question time sull’argomento, e Giancarlo Locarni, responsabile del dipartimento ambiente del Carroccio piemontese.

 

“L’amianto, come tutti ormai sanno, è causa di gravissimi problemi sia ambientali che di salute – concludono i due leghisti – e la sua totale eliminazione è non solo necessaria, ma anche urgente. Proprio per questi motivi, ci stupisce che la Regione abbia finora selezionato una quantità davvero esigua di siti per il suo smaltimento”.