ALLASIA E BENVENUTO (LNP): DAVANTI AL TRIBUNALE PER RIBADIRE NO A SVUOTA CARCERI E SI’ A REATO CLANDESTINITA’

“Siamo davanti al tribunale di Torino per sensibilizzare la magistratura sul provvedimento svuota carceri, a cui la Lega Nord è sempre stata contraria. Indulti, amnistie e decreti, negli ultimi dieci anni, non hanno mai prodotto risultati soddisfacenti o fornito soluzioni valide al problema del sovraffollamento carcerario. I dati dimostrano che l’80% di coloro che vengono rimessi in libertà con questi sistemi nel giro di sei mesi torna a delinquere”: cosìStefano Allasia, deputato torinese del Carroccio, e Alessandro Benvenuto, segretario provinciale del Carroccio di Torino, durante il presidio organizzato stamattina dal Movimento davanti al Palazzo di Giustizia del capoluogo piemontese per opporsi alla decisione del parlamento di rimettere in libertà i delinquenti.
“Siamo qui anche per ribadire la necessità di reintrodurre il reato di clandestinità – aggiunge Allasia, preannunciando un emendamento della Lega Nord alla Camera per il suo ripristino-, che il Movimento Cinque Stelle ha declassato a semplice violazione amministrativa. Questo reato è un principio fondamentale e costituisce il primo passo per il rimpatrio dei clandestini”.